SALVA L’ARIA DI PASTA – Scongiurata la costruzione di una centrale a biomasse

Il Consiglio Comunale di Orbassano a dicembre 2013 approvò una delibera per destinare un’area tra via Gozzano e la Circonvallazione alla costruzione di una centrale termoelettrica a biomassa.

Immediatamente si costituirono due comitati di cittadini che si opposero alla decisione, organizzando assemblee pubbliche, banchetti informativi e raccolta firme.

Tre le linee di contestazione:

  • L’esistente livello di inquinamento ambientale, provocato da industrie, centri commerciali, scalo ferroviario, inceneritore, grande flusso veicolare, avrebbe subito un ulteriore peggioramento dato dall’emissione di ossidi di azoto e polveri sottili;
  • le modalità di una scelta così impattante sono state giudicate assai poco democratiche;
  • la mancanza di uno studio approfondito che rilevasse l’effettiva possibilità di sfruttamento del teleriscaldamento nella zona limitrofa a quella di costruzione della centrale.

Anche Rivalta Sostenibile e l’amministrazione comunale di Rivalta si dichiaravano immediatamente contrari alla costruzione della centrale: il sindaco Marinari partecipava personalmente a più di un’assemblea del comitato pastese e nominava un esperto di fiducia per gli esami e le eventuali contestazioni ai progetti, arrivando ad organizzare un’assemblea pubblica all’interno del palazzo comunale a cui sono stati invitati Angela Massaglia, presidente della II Commissione ambiente, e Roberto Ronco, assessore all’ambiente della Provincia di Torino.

Le contestazioni tecniche sollevate, la mobilitazione di molti cittadini contrari all’opera e la tutela della salute della popolazione hanno convinto il sindaco di Orbassano, Eugenio Gambetta, e il Consiglio Comunale a revocare la delibera relativa alla costruzione della   centrale a biomasse.

Questa volta l’interessamento e la partecipazione di numerosi cittadini ha convinto i governanti a cambiare una decisione sbagliata. Auspichiamo che questo succeda anche su temi più sovracomunali come l’inceneritore e la costruzione della TAV Torino – Lione.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.