Chi non vuole la stazione?

Noi come tutti i rivaltesi, siamo fermamente convinti che la costruzione della linea FM5 con capolinea presso l’ospedale San Luigi sia un opera non solo utile, ma indispensabile; tant’è che l’avevamo inserita nel nostro programma elettorale.

Già nel 2007, nell’ambito della ristrutturazione del trasporto pubblico della provincia, la stazione del San Luigi era stata pianificata dalla Provincia di Torino (e uno!) già allora a conduzione PD.

Poi la stazione era stata promessa quale compensazione dell’inceneritore del Gerbido (e due!). Questo è stato costruito e messo in funzione ma la stazione neanche progettata. Per colmare questo vuoto ci dissero che la stazione sarebbe stata realizzata con le compensazioni della linea ferroviara Torino – Lione (e tre!).

Ora, senza tralasciare il fatto che una linea di metropolitana dovrebbe essere costruita perchè è un opera utile e non quale “compensazione” di opere devastanti, il Partito Democratico locale ha un bel coraggio ad accusare Rivalta Sostenibile di non volere la stazione solo perchè siamo contro la TAV e non partecipiamo all’Osservatorio: sono loro che dovrebbero vergognarsi delle continue promesse fatte a livello provinciale e mai mantenute.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.