La via Umberto I che verrà

Nel dicembre 2007 i consiglieri di Rivalta Sostenibile all’epoca all’opposizione (Marinari, Vittori e Mulatero) presentarono all’allora sindaco Amalia Neirotti (Partito Democratico) la seguente interrogazione :

“i tratti di marciapiede esistenti su via Umberto I sono dissestati, pieni di buche e causano spesso cadute e distorsioni ai pedoni e impedimenti al passaggio per carrozzelle e passeggini……via Umberto I è percorsa quotidianamente da bambini e ragazzi a piedi e in bicicletta per raggiungere la scuola materna Bionda, la scuola primaria Duchessa Anna d’Aosta e la scuola media Don Milani….I sottoscrittori interrogano il Sindaco per sapere quanto segue: se, quando e con quali modalità il Comune di Rivalta di Torino intende realizzare gli interventi ormai urgentissimi al fine di rendere sicura via Umberto I per pedoni, disabili, bambini in passeggini e carrozzelle e ciclisti, ossia per gli utenti della strada più deboli.”

Nove anni dopo, data la latitanza dell’amministrazione Neirotti e come promesso in campagna elettorale nel 2012, l’Amministrazione di Rivalta Sostenibile mantiene gli impegni presi con i cittadini: via quei marciapiedi sconnessi e impraticabili che chissà quante volte abbiamo percorso chiedendoci perché non venissero sistemati.

Ebbene quel momento è arrivato: un marciapiede per i pedoni sul lato sud e un percorso promiscuo pedoni/ciclisti sul lato nord in cui le bici possono transitare solo in una direzione (dal centro verso San Sebastiano), mentre per raggiungere il Centro con le due ruote si rimarrà nella sede stradale a senso unico.

Saranno mantenuti tutti i parcheggi per le auto, la piazzetta a metà della via significativamente rinnovata ed una nuova illuminazione a led, stile retrò, completerà l‘intervento.

In questo modo tutti gli utenti deboli della strada bambini, ragazzi e disabili potranno muoversi in sicurezza. Onde tranquillizzare quei cittadini che hanno espresso preoccupazione per il percorso promiscuo in fase di realizzazione, citiamo come esempi le ciclopedonali da anni in funzione in via Piossasco e in via Nenni, senza che si siano mai verificate particolari criticità.

Il prossimo anno partirà la fase due: sistemazione del secondo tratto della via fino all’incrocio con viale Cadore.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.