Rivalta: Le slot sono ancora lì!

La Legge della Regione Piemonte n. 9 del maggio 2016, “Norme per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico”,  vieta la collocazione di slot machine nei locali siti a distanza inferiore di 500 metri da scuole, banche, luoghi di culto, centri giovani , ecc…

Prescriveva 18 mesi di tempo affinché gli esercenti si potessero adeguare alla norma e togliere le “macchinette mangiasoldi” dai propri locali.

Il 20 novembre scorso sono dunque scaduti i termini.

I consiglieri di Rivalta Sostenibile nella seduta del Consiglio comunale del 24 novembre hanno interrogato il Sindaco per sapere se il Comune avesse fatto i controlli necessari per verificare l’adempimento della prescrizione regionale.

Purtroppo l’assessore al commercio, Nicola Lentini, ha dato una risposta insoddisfacente dichiarando che la polizia municipale aveva fatto recenti verifiche e che i 10 locali controllati avevano gli apparecchi per il gioco spenti.

La Legge regionale non parla di slot spente, ma della loro rimozione.

E’ grave che, pur essendo a conoscenza della legge regionale, il Comune non abbia preventivamente controllato negli ultimi mesi il rispetto della norma.

E’ grave che i controlli sia avvenuti solo in seguito al deposito dell’interrogazione consiliare.

E’ grave che non sia state applicate  le sanzioni previste dalla legge regionale agli esercenti che non hanno rispettato le prescrizioni, come la stessa legge prevede.

Continueremo a chiedere conto al Sindaco delle azioni necessarie affinché a Rivalta sia rispettata una legge che, finalmente, cerca di contrastare il gioco d’azzardo e di conseguenza la ludopatia, malattia in rapida diffusione, causa di veri e propri drammi umani e familiari.

 

Il gruppo consiliare

Rivalta Sostenibile

Città di Rivalta